Ruota il dispositivo per accedere correttamente ai contenuti del sito.

L'assemblea dei soci

Il 20 maggio 2016, nella solita location del Centro Tennis di Tione, gentilmente messo a disposizione dal Comune, si è svolta la Assemblea Generale Ordinaria dei Soci della Cassa Rurale Adamello-Brenta.
La Presidente Monia Bonenti, nella sua “Relazione sulla gestione d’Impresa” ha esordito annunciando che, se il 2015 è stato l’anno di riforma delle Banche Popolari, nel 2016 ci saranno cambiamenti epocali per quanto riguarda il Credito Cooperativo che, con il decreto legge n. 18/2016 “Misure urgenti concernenti la riforma delle Banche di Credito Cooperativo. La garanzia sulla cartolarizzazione delle sofferenze, il regime fiscale relativo alle procedure di crisi e la gestione collettiva del risparmio”, vede giungere a maturazione il proprio processo di Autoriforma.
Il 2015 è stato, senza dubbio, un anno molto impegnativo; il sistema bancario ha continuato a subire le conseguenze della crisi economica, i crediti in sofferenza sono aumentati rispetto al precedente esercizio e il rapporto sofferenze/impieghi è cresciuto, anche se si è assistito ad una modesta ripresa dei finanziamenti erogati.
Dal punto di vista reddituale, la debole domanda di credito ed i bassi tassi di interesse hanno concorso alla sensibile riduzione della redditività delle Casse Rurali, così come la riduzione delle transazioni in titoli e solo parzialmente sono state compensate dalla crescita delle commissioni.
La novità del “bail-in” ha poi portato le BCC-CR a dover versare al fondo di garanzia 225 milioni di euro.
In tutto questo scenario, continua la relazione della Presidente, abbiamo cercato di continuare, in un’ottica di prudente gestione, a fare Banca di Credito Cooperativo continuando a sostenere le famiglie, le piccole imprese e le Associazioni che rappresentano il cuore pulsante del nostro Territorio.
La compagine sociale alla data del 31 dicembre 2015 è composta da 4.922 soci di cui 2.902 maschi, 1.869 femmine e 151 soci diversi da persone fisiche, contro i 4.913 di fine 2014.
Il numero di soci giovani iscritti nel corso del 2015 evidenzia una risposta positiva delle generazioni
che garantiranno la continuità del nostro istituto.

Per quanto riguarda le cifre rimandiamo al capitolo “documenti societari” di questo sito internet.

Erano in scadenza n. 4 Consiglieri: Elena Armani, Luigi Bonazza, Giovanni Ballardini e Manuel Cerana. Di questi ha riproposto la propria candidatura solo Giovanni Ballardini e, dopo che i circa 700 Soci presenti hanno espresso il loro voto, sono risultati eletti Giovanni Ballardini, Stefano Battocchi, Walter Bonazza e Nicola Del Monte.